NewsPC

Android Studio 4.2 è ora disponibile con il supporto per la distribuzione su più dispositivi

Android Studio è l’ambiente di sviluppo integrato (IDE) ideale per gli sviluppatori che creano app Android. Questo è il motivo per cui Google rilascia costantemente aggiornamenti al software in più canali in modo che gli utenti possano familiarizzare o segnalare problemi con le modifiche apportate prima che vengano distribuite al pubblico in generale.

Google ha lanciato Android Studio 4.1 nell’ottobre 2020 , comprendendo oltre 2.000 correzioni di bug e un sacco di nuove funzionalità. Ora, Android Studio 4.2 ha raggiunto il canale di rilascio stabile .

Innanzitutto, Google ha notato che si rende conto che a volte è difficile aggiornare le app all’ultima versione dell’IDE, quindi ha incluso un nuovo assistente per l’aggiornamento delle app che semplifica questo processo e garantisce che la tua app stia sfruttando il nuovo Android Gradle API plug-in. L’ utilità Applica modifiche è stata migliorata in modo da poter apportare più tipi di modifiche al codice e inviarle immediatamente senza riavviare l’app quando è in esecuzione su dispositivi con Android 11+. Android Gradle Plugin 4.2 ha un nuovo compilatore di risorse che migliora le prestazioni di compilazione su macchine Windows. Anche il linguaggio di programmazione predefinito è stato aggiornato alla versione 8 di Java.

Android Studio 4.2 è in linea con gli aggiornamenti della piattaforma presenti in IntelliJ IDEA Community Edition 2020.2 , che presenta una finestra che mostra i problemi in un’interfaccia utente centralizzata e un’interfaccia utente GitHub per le richieste pull. L’IDE ora supporta anche Safe Args che possono essere utilizzati per l’incapsulamento dei dati quando si utilizza JetPack Navigation. È presente anche il completamento automatico del codice per Direction Args. Le procedure guidate del progetto e del modulo hanno ricevuto aggiornamenti estetici per semplificare la ricerca rispettivamente dei tipi di dispositivo e di modulo.

Dal punto di vista del debug, Database Inspector è stato migliorato per funzionare offline in modo da poter diagnosticare il database della tua app anche dopo un arresto anomalo. È stata aggiunta anche un’utilità di cronologia delle query. Lo strumento della riga di comando Retrace è stato reso disponibile come utilità autonoma che consente di deoffuscare i nomi dei metodi e i frame in modo che le tracce dello stack siano leggibili per gli esseri umani.

Per quanto riguarda il test delle app, la distribuzione su più dispositivi è tornata in Android Studio 4.2, migliorando la produttività complessiva. La traccia del sistema è stata migliorata per includere una tabella degli eventi che mostra, tra le altre cose, la frequenza del core della CPU e i contatori della memoria RSS.

Puoi scaricare Android Studio 4.2 dal canale stabile qui .

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker