News

Amazon ha realizzato vendite per 44 miliardi di euro in Europa nel 2020 ma non ha pagato tasse

Nella sola Europa, il colosso del retail ha appena annunciato un fatturato eccezionale di 44 miliardi di euro . Eppure … Amazon non pagherà tasse aziendali nel 2020 . La ragione ? Leggi lussemburghesi in cui è stabilita l’impresa e perdite che l’impresa mostra nel proprio bilancio.

La situazione è in realtà ancora più vantaggiosa per Amazon in quanto alla filiale europea dell’azienda è stato concesso un credito d’imposta di 56 milioni di euro che consentirà all’azienda di evitare parte delle sue future tasse. Per non parlare dei 2,7 miliardi di perdite ereditate dai precedenti bilanci e che sono un ulteriore asset per evitare di pagare le tasse nei prossimi anni.

LE VENDITE RECORD DI AMAZON NEL 2020 HANNO PORTATO A 0 € DI IMPOSTA SULLE SOCIETÀ IN EUROPA

Spiega un funzionario della Fair Tax Foundation, Ong che combatte l’evasione fiscale: “Bastano queste cifre per far venire le vertigini, anche per Amazon. Stiamo assistendo ad un’accelerazione del predominio del mercato nella modalità grazie a ricavi che continuano in larga misura a non essere tassati – il che permette di tagliare l’erba ai piedi delle aziende locali inserite in un contesto più responsabile ”.

E aggiungi; “La maggior parte del reddito di Amazon nel Regno Unito è sui libri offshore, nella sua filiale lussemburghese che sta subendo enormi perdite, il che non solo significa che non contribuiscono in modo significativo alle tasse oggi ‘hui, ma anche che non dovrebbero farlo nel anni successivi dato il resto delle perdite accumulate ”.

Il bilancio di Amazon per l’anno 2020 è un documento di 23 pagine con pochi dettagli rispetto a quanto la maggior parte delle aziende del continente deve fornire alle autorità. Il documento non rivela, in particolare, l’esatto andamento dell’azienda nei vari paesi d’Europa. Il che non impedisce a un portavoce di Amazon di negare che la società stia facendo evasione fiscale nel continente:

Amazon paga tutte le tasse richieste in ogni paese in cui operiamo. L’imposta sulle società si basa sui profitti, non sul fatturato, ei nostri profitti sono rimasti bassi visti i nostri massicci investimenti e il fatto che la vendita al dettaglio è un’attività altamente competitiva con margini bassi. Abbiamo investito oltre 78 miliardi di euro in Europa dal 2010 e la maggior parte di questo investimento va a finanziare infrastrutture che creano diverse migliaia di nuovi posti di lavoro, generano una quantità significativa di entrate fiscali a livello locale e supportano le piccole imprese. Europea ”, spiega l’azienda di Jeff Bezos.

Fonte: The Guardian

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker