News

Netflix, Spotify: vende account piratati e ottiene 2 anni di prigione

Per diversi anni, siti come WickedGen, HyperGen, Autoflix e AccountBot hanno consentito agli utenti di Internet di utilizzare Netflix , Spotify , Amazon Prime Video o altri servizi online di altre persone per una piccola somma di denaro. Queste piattaforme illegali vendevano account compromessi per criptovaluta o trasferimenti di denaro tramite PayPal.

I siti hanno rapidamente attirato l’attenzione dell’FBI. Dopo un’indagine, le autorità hanno fatto risalire a un giovane australiano residente a Sydney. L’uomo, di età compresa tra 21 al momento dell’incidente, è stato arrestato dalla polizia federale australiana nel 2019. “WickedGen ha operato per circa due anni vendendo dettagli di account rubati per servizi di abbonamento online” ha stimato la polizia australiana all’epoca.

PIÙ DI UN MILIONE DI EURO DI PROFITTO DALLA VENDITA DI ACCOUNT NETFLIX E SPOTIFY RUBATI

Durante il suo arresto, la polizia ha trovato l’equivalente di 22.566 euro in criptovaluta . Vendendo 85.925 abbonamenti online a un totale di “152.863 utenti registrati” in un periodo di due anni, il giovane ha generato profitti pari a 1,29 milioni di dollari, ovvero poco più di un milione di euro.

“L’uomo è stato accusato di accesso (o modifica) non autorizzato a dati riservati, traffico di proventi di reato, fornitura di servizi di elusione per misure di protezione tecnologica, credenziali e informazioni false o fuorvianti”, spiega la polizia australiana.

Secondo Torrent Freak, il giovane dietro le piattaforme WickedGen, HyperGen, Autoflix e AccountBot è stato finalmente processato in un tribunale australiano . Ora ha 23 anni, riceve una condanna a 26 mesi, cioè due 2 anni e 2 mesi, di reclusione e 200 ore di lavoro comunitario. Il condannato potrà scontare la pena al di fuori di un penitenziario.

“La raccolta e la vendita di dati personali online non è un” crimine senza vittime “: sono i dati delle persone utilizzate per soddisfare l’avidità di qualcuno”, ha affermato Chris Goldsmid, comandante di Cybercrime Operations, una divisione della polizia australiana che combatte la criminalità online.

Fonte: Torrent Freak

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker