AppleiOSMobileNews

Apple: 3,4 milioni di dollari per gli utenti cileni che denunciano l’obsolescenza programmata del loro iPhone

Nel caso di iPhone in rallentamento, Apple è già stata condannata a pagare i danni in molti paesi. Ne viene aggiunto uno nuovo a questo elenco: Cile. Attaccato da una class action che riunisce più di 150.000 cileni, il marchio Apple ha accettato di pagare 3,4 milioni di dollari.

L’inesauribile BatteryGate

Questa condanna fa eco a una storia vecchia di molti anni, quella di BatteryGate. Ricorda: nel 2016, in risposta alle testimonianze dei clienti che si lamentavano del fatto che i loro iPhone 6, 6S e SE si stavano spegnendo senza motivo nonostante una batteria ancora carica al 30%, Apple ha lanciato un aggiornamento iOS 10.2.1 che dovrebbe risolvere questo problema.

Tuttavia, gli utenti hanno notato che questa versione di iOS riduce le prestazioni del loro iPhone. Rapidamente, i test hanno dimostrato che su dispositivi con batterie obsolete, iOS 10.2.1 riduceva le frequenze della CPU e quindi le prestazioni del processore per preservare l’autonomia.

Logicamente, un buon numero di clienti si è sentito offeso. Hanno ritenuto che il marchio Apple avesse implementato questo dispositivo per incoraggiarli ad acquistare un nuovo iPhone e lo hanno accusato di essere coinvolto in una forma di obsolescenza pianificata.

Per far fronte alle critiche, alla fine del 2017, Apple ha finalmente implementato un programma di sostituzione della batteria; una decisione tardiva che non gli ha impedito di partecipare a numerose class action in tutto il mondo.

Stati Uniti, Francia, Italia … e ora anche il Cile

Così, lo scorso marzo, negli Stati Uniti, Apple era già stata condannata a pagare $ 500 milioni di risarcimento ai possessori di iPhone 6 e iPhone 7. Una somma aggiuntiva di $ 113 milioni alla fine dell’anno 2020. In Europa, una pioggia Di multe ha annaffiato anche l’azienda: 25 milioni di euro in Francia , 10 milioni di euro in Italia .

In Cile, un’azione collettiva che ha coinvolto più di 150.000 cileni ha comportato una multa di 3,4 milioni di dollari. Questo importo verrà condiviso tra i denuncianti registrati che possiedono un iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 6s Plus, iPhone 7, iPhone 7 Plus o iPhone SE. Per ogni dispositivo, la compensazione massima sarà di $ 50.

Non abbastanza da scuotere le finanze di Apple, ovviamente, ma un fantasma molto ingombrante del passato, che probabilmente riaffiorerà in altri paesi nei mesi a venire.

Fonte: Barrons.com

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker