AndroidMobileNews

HarmonyOS: Huawei offre l’alternativa ad Android a tutti i produttori di smartphone

Per liberarsi dalle pressioni americane, negli ultimi mesi Huawei ha accelerato lo sviluppo di HarmonyOS, il suo sistema operativo interno. Basato in gran parte su AOSP, la versione open source di Android, il sistema operativo mobile sarà distribuito su alcuni telefoni Huawei a partire da aprile 2021 . Tra i primi smartphone a trarne vantaggio troviamo il Mate X2, terzo smartphone pieghevole del brand, e la gamma P50 .

Alla fine, Huawei spera che altri produttori di smartphone adotteranno il suo sistema operativo modulare . In una conferenza stampa con i media cinesi, Wang Chenglu, presidente della sezione ingegneria del software di Huawei, ha assicurato che HarmonyOS è aperto a tutti i produttori, riferisce Huawei Central.

HUAWEI OFFRE HARMONYOS AI PRODUTTORI CINESI, XIAOMI RIFIUTA

Tutti i produttori di smartphone che desiderano utilizzare il sistema operativo sono liberi di farlo. Questa non è la prima volta che Huawei si rivolge ai suoi concorrenti . Richard Yu, CEO della divisione mobile di Huawei, aveva già suggerito che i marchi di smartphone cinesi si liberassero da Google adottando HarmonyOS.

Sfortunatamente per Huawei, la proposta di Richard Yu ha ricevuto un’accoglienza piuttosto fredda . Xiaomi, uno dei rivali di Huawei nel mercato cinese, si è affrettata ad affermare di non essere interessata ad HarmonyOS. Nonostante i rischi delle sanzioni statunitensi, Xiaomi vuole continuare a fare affidamento su Android .

Nel processo, Wang Chenglu ricorda che HarmonyOS è inteso anche per oggetti connessi di Internet of Things (IOT), televisori o auto connesse. Con questo in mente, Huawei ha stretto una partnership con 40 marchi, inclusi grandi nomi come Volvo. 100 milioni di dispositivi diversi (auto connesse, smartphone, orologi connessi, schermi, TV, altoparlanti, ecc.) Funzioneranno su HarmonyOS dal 2021, secondo le stime di Huawei.

Back to top button