Home Android Xiaomi blocca l'installazione dei servizi Google sui suoi smartphone in Cina

Xiaomi blocca l’installazione dei servizi Google sui suoi smartphone in Cina

In Cina, i servizi di Google sono bloccati a meno che tu non rimanga a Shanghai, dove i numerosi espatriati e viaggiatori internazionali possono godersi Gmail, Google Maps e Play Store in tutta tranquillità. Poiché i servizi di Google non sono operativi, rari (anche molto rari) sono i modelli destinati alla Cina con il famoso GMS ( Google Mobile Services ).

Invece dei supermercati, i marchi cinesi hanno preso l’abitudine di creare i propri servizi per la Cina, così come le proprie versioni di Android. Per questo, ogni marchio si affida ad AOSP e modifica il codice per creare una ROM personalizzata. Conosci il più diffuso: EMUI su Huawei, MIUI su Xiaomi, OxygenOS su OnePlus, ColorOS su Oppo, Origin OS (ex Funtouch) su Vivo , ecc.

L’AGGIORNAMENTO MIUI 12.5 IMPEDISCE L’INSTALLAZIONE DEI SERVIZI GOOGLE

Tuttavia, anche se non sono preinstallati, GMS può spesso essere adattato dagli utenti. Questo è stato in particolare il caso degli smartphone del marchio Xiaomi. Tuttavia, diversi utenti cinesi hanno segnalato negli ultimi giorni di non poter più installare i servizi Google sui propri cellulari. Il crash è apparso dopo l’installazione dell’aggiornamento MIUI 12.5 . I modelli interessati sono ancora rari: Redmi K30 Ultra e Redmi 10X 5G . Ma l’elenco crescerà sicuramente nei prossimi mesi.

Dopo la copertura mediatica di questi feedback degli utenti, il marchio ha preso la parola. In questa dichiarazione, rilanciata dal sito cinese IT Home, Xiaomi conferma che l’installazione a posteriori dei servizi Google è ora bloccata e che saranno compatibili solo gli smartphone con GMS preinstallato. Ciò significa che i consumatori cinesi dovranno quindi acquistare i propri cellulari Xiaomi fuori dalla Cina per usufruire di Google con MIUI. È l’altezza.

3,099FansLike
26FollowersFollow

Altre news