NewsPC

Intel trolla il Mac M1 nelle sue prime pubblicità anti-Apple

Se ti serviva la prova che Intel ha paura dei Mac Apple e M1 in questo momento, non cercare oltre: dopo aver pubblicato una serie di benchmark con metodologia dubbia , il fondatore ha appena lanciato la sua prima campagna pubblicitaria apertamente anti-Apple . In generale, quando le cose vanno bene, non è necessario rivolgersi direttamente a un concorrente: è sufficiente evidenziare i punti di forza dei propri prodotti.

Ma dobbiamo ammetterlo: Intel è stata colta alla sprovvista per un po ‘di tempo dai rapidi cambiamenti nel mercato . Intel infatti produce i propri chip. Ciò le ha permesso per anni di acquisire nuove funzionalità e portare il settore ai vertici. Solo che da allora il settore è cambiato radicalmente.

INTEL È IN GRAVI DIFFICOLTÀ

Facendo, come Nvidia, la scelta del subappalto, AMD ad esempio è stata in grado di avere accesso alla finezza dell’incisione impossibile da Intel , pur permettendosi progressi nel numero di core, dimensione della cache e altre caratteristiche . Tutto a prezzi molto più bassi rispetto a Intel. Ovviamente nelle macchine per ufficio, Intel ha perso la sua posizione di leadership. Ad oggi oltre il 50% di queste macchine è equipaggiato con processori AMD Ryzen .

Intel ha ancora il vantaggio sui laptop . E quindi comprendiamo il panico nella fonderia. Le prestazioni dei Mac M1 come il loro prezzo stanno iniziando a fare colpo. Apple ha approfittato del proprio silicio per ridicolizzare completamente le prestazioni dei mac Intel. E il fondatore sa benissimo che le scelte di Apple spesso fanno presagire profondi cambiamenti nel resto del settore.

Fino ad allora, l’architettura ARM non rappresentava una grande minaccia per Intel . I primi esempi di PC Always Connected cadono per la loro mancanza di compatibilità e per le prestazioni di applicazioni non ottimizzate, il tutto per guadagni casuali della batteria . Ottimizzando insieme software e hardware, Apple è riuscita a dimostrare che abbandonare l’architettura x86 è di fatto essenziale per offrire prestazioni e durata della batteria.

In questo complicato contesto, Intel cerca quindi di ricordare che i PC rimangono le macchine preferite per molte cose, in particolare formati ibridi, con touchscreen e stilo: “Solo un PC può offrire una modalità tablet, con touchscreen e stilo in uno dispositivo. Scegli il PC ”. Un secondo inserto pubblicato sull’account Twitter del fondatore afferma  “se puoi eseguire Rocket League, è perché non sei su Mac. Scegli il PC ”.

Gli annunci reindirizzano a un video dello YouTuber Joe Rettinger sponsorizzato da Intel. La descrizione recita: “Se stai cercando un buon PC portatile nel 2021, ci sono parecchie cose a cui pensare, ma la scelta del processore potrebbe rivelarsi più importante di quanto pensi. Potresti essere attratto dagli ultimi laptop di Apple, ma prima di premere il pulsante di acquisto, lascia che ti mostri cosa possono offrirti i nuovi laptop Intel Evo ”.

Back to top button