AppleMacMobileNews

Apple presenta l’indice di riparabilità per iPhone e Mac

Dal 1 ° gennaio 2021 la visualizzazione di un  indice di riparabilità è obbligatoria per alcuni prodotti elettrici ed elettronici grazie alla legge denominata “antispreco per un’economia circolare” . Smartphone e laptop sono tra i primi prodotti interessati, infatti, anche se tale obbligo è in vigore, la maggior parte dei produttori non mostra ancora alcun indice di riparabilità sul proprio sito.

Abbiamo cercato invano le piccole etichette sul sito di Dell, Asus, Lenovo, HP … quasi nessuno dei più grandi produttori di computer al mondo si è ancora piegato alla legge. A loro merito, molti distributori sono anche lenti a visualizzare questo indice.

OBBLIGATORIO DAL 1 GENNAIO 2021, L’INDICE DI RIPARABILITÀ RIMANE, NEL COMPLESSO, PER GLI ABBONATI ASSENTI

indices reparabilite produits

Secondo i nostri test, non troviamo questo amaretto né da Fnac-Darty, né da Boulanger, né sul sito di importanti rivenditori come E.Leclerc . Sembra che ci vorrà del tempo prima che la valutazione della riparabilità di questi prodotti abbia luogo. Il calcolo dell’indice di riparabilità per ogni dispositivo si basa su cinque criteri:

  • Presenza di adeguata documentazione : punteggio determinato dall’impegno del produttore a rendere disponibili gratuitamente e nell’arco di tempo i documenti tecnici a riparatori e consumatori
  • Facilità di smontaggio , accesso, attrezzi, fissaggi: punteggio determinato dalla facilità di smontaggio del prodotto, dal tipo di attrezzi richiesti e dalle caratteristiche dei fissaggi
  • Disponibilità dei pezzi di ricambio : punteggio determinato dall’impegno del produttore per il periodo di disponibilità dei pezzi di ricambio e il tempo della loro consegna
  • Prezzo dei pezzi di ricambio  : punteggio determinato dal rapporto tra il prezzo di vendita dei pezzi di ricambio e il prezzo del prodotto.
  • Altri criteri specifici : punteggio determinato da sottocriteri specifici per la categoria di prodotto interessata

I produttori quindi non possono dare una valutazione qualsiasi al proprio dispositivo . Una scala precisa è disponibile sul sito web del Ministero dell’Ecologia. Tuttavia, lo capirai leggendo il titolo di questo articolo: Apple ora mostra l’indice di riparabilità dei suoi prodotti . È anche uno dei primi a farlo: non ci aspettavamo così tanto da Apple, che non è così nota per promuovere la riparabilità dei suoi dispositivi.

Scopriamo così che gli iPhone 12 (tutti i modelli) hanno un rating di riparabilità di 6/10 . Il MacBook Air M1 ha una valutazione di 6.5 / 10 mentre il MacBook Pro M1 ha una valutazione sorprendentemente inferiore di 5.6 / 10 . Il che è notevolmente peggiore dei vecchi Mac Intel da 16 ″ che hanno un punteggio di 6,3 / 10. Ciò che è interessante è che è possibile consultare i dettagli precisi delle valutazioni che spiegano questa valutazione di riparabilità. Tuttavia, va notato che tutto non è stato ancora annotato sul sito Apple . Tra l’altro siamo curiosi di conoscere la partitura di prodotti che sono quasi impossibili da aprire senza distruggerli.

PRODUTTORI E DISTRIBUTORI HANNO DI FATTO UNA SOSPENSIONE FINO AL 2022 PRIMA DI RISCHIARE SANZIONI

E ce ne sono alcuni: AirPods 1 e 2, AirPods Pro e AirPods Max , tutti i modelli di Apple TV, il display Apple Pro XDR e, naturalmente, l’Apple Watch . Anche se per quest’ultimo prodotto si può notare che è ancora possibile aprirlo senza distruggerlo a patto di avere gli strumenti giusti a portata di mano e un certo know-how.

Siamo inoltre sorpresi che Apple non si sia affrettata a valutare il Mac Pro : immaginiamo una valutazione prossima a 10/10 visto che tutto può essere sostituito dall’utente . Tuttavia, pensiamo che il resto delle note dovrebbe apparire rapidamente sul sito francese dell’Apple Store. Resta da vedere quando anche il resto del mondo tecnologico sarà in grado di mostrare questi indizi .

Per il momento, e durante il primo anno, non è prevista alcuna sanzione nel caso in cui produttori e distributori non offrano questo indice ai propri clienti. Delle sanzioni (la cui natura non è ancora specificata) potrebbero essere applicate dal 2022 . Pertanto possiamo solo salutare l’azienda di Cupertino per la sua reattività, poiché attualmente è un esempio in Francia su questo problema di riparabilità.

Aggiornamento 14:01 –  In una prima versione di questo articolo abbiamo citato Microsoft e Samsung tra i produttori che non visualizzano ancora l’indice di riparabilità. Nel frattempo, abbiamo notato che gli amaretti sono effettivamente presenti su alcuni prodotti Samsung e Microsoft, e abbiamo quindi modificato questo articolo di conseguenza.

Back to top button