martedì, Ottobre 27, 2020
Home Hardware Le CPU ARM abbandoneranno il supporto a 32 bit nel 2022

Le CPU ARM abbandoneranno il supporto a 32 bit nel 2022

Reading Time: 2 minutes
- Advertisement -

Arm terrà il suo evento DevSummit questa settimana, dove discuterà del futuro dei suoi prodotti, in particolare per gli sviluppatori. Oggi, durante uno dei keynote, la società ha rivelato che le CPU ARM abbandoneranno il supporto per le applicazioni a 32 bit, come riportato da Android Authority .

Negli ultimi anni, le app e il software a 32 bit hanno subito una lenta morte, con i principali sviluppatori di sistemi operativi che spingono gli utenti verso i 64 bit. Apple ha iniziato a richiedere che le app supportino architetture a 64 bit dal 2015 e nel 2017 ha abbandonato del tutto il supporto per le app a 32 bit su dispositivi a 64 bit, quindi non vedrai molte modifiche lì.

L’anno scorso, Google ha iniziato la propria spinta verso il 64 bit , rendendo obbligatorio il supporto per 64 bit per le nuove app e gli aggiornamenti delle app, sebbene alcuni giochi esistenti possano ricevere aggiornamenti solo a 32 bit fino all’agosto 2021. Tuttavia, a partire dal prossimo anno, le app che non supportano in modo specifico i dispositivi a 64 bit non verranno più forniti agli utenti su tali dispositivi.

Ovviamente, ciò significa che non ci sarà un grande impatto per gli utenti in termini di app che possono utilizzare, dal momento che le piattaforme più grandi che girano su CPU ARM richiedono già app per supportare 64 bit. Ciò che significa, tuttavia, è che Arm può rimuovere parte del silicio aggiuntivo necessario per supportare queste app dalle sue CPU, liberando più spazio che potrebbe consentire maggiori prestazioni o migliori termiche. Vale la pena notare che, dal punto di vista hardware, la transizione interesserà solo i core “grandi” nelle CPU ARM, quindi i core ad alta efficienza energetica avranno tecnicamente ancora silicio a 32 bit all’interno per il prossimo futuro.

Questo cambiamento arriverà alle CPU di Arm nel 2022, ma queste CPU probabilmente non arriveranno ai dispositivi consumer fino all’anno successivo, poiché i progetti dell’azienda devono essere adottati da produttori di terze parti come Qualcomm e MediaTek. L’azienda ha introdotto la CPU Cortex-A78 all’inizio di quest’anno, ma dobbiamo ancora vederla concretizzarsi in un prodotto di consumo. Tuttavia, Arm promette già un aumento del 30% delle prestazioni nel suo chip 2022 rispetto a quelli introdotti quest’anno.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,063FansLike
24FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

Rainbow Six Siege è in arrivo su Xbox Game Pass su console e Android tramite cloud

I giochi Ubisoft sono aggiunte piuttosto rare all'abbonamento Xbox Game Pass di Microsoft, ma ne arriverà presto un altro. È stato annunciato oggi che il...

Apple Watch SE: l’orologio si surriscalda e brucia il polso di alcuni utenti

Come riferiscono i nostri colleghi di Apple Insider, 6 utenti sudcoreani di Apple Watch SE hanno notato grossi problemi di surriscaldamento nei giorni successivi all'acquisto. Secondo...

Ubuntu 20.10 “Groovy Gorilla” è ora disponibile per il download

Canonical ha annunciato la disponibilità immediata di Ubuntu 20.10 "Groovy Gorilla". Sebbene questa versione sia considerata stabile e adatta per essere eseguita come driver quotidiano,...

Fortnite: il gioco ora pesa 60 GB in meno su Windows 10

Fortnite dà il benvenuto a un nuovissimo aggiornamento. Offre un sacco di nuove funzionalità, incluso l'evento di Halloween chiamato "Revenge of Midas", che...

Adobe Illustrator viene lanciato su iPad, Fresco su iPhone

Oggi, Adobe ha annunciato che la sua app di design Illustrator è ora disponibile su iPad, estendendosi per la prima volta oltre...