Home News Windows 10: Google chiede aiuto a Microsoft per risolvere un problema in...

Windows 10: Google chiede aiuto a Microsoft per risolvere un problema in Chrome

- Advertisement -

Se Chrome rimane il leader indiscusso dei browser, con quasi il 70% della quota di mercato mondiale (fonte: Net Marketshare), il software di Google ha comunque subito alcune delusioni, soprattutto sulle configurazioni più modeste sotto Windows 10. Il il browser è diventato più pesante nel corso degli anni e quindi consuma più RAM. Ciò che rallenta seriamente le macchine più modeste.

Twist lo scorso giugno: Google ha ricevuto un aiuto a dir poco inaspettato, che gli ha permesso di migliorare notevolmente il proprio browser, quello di Microsoft. Ma non tutto è andato come previsto e Google ora sta chiedendo all’azienda di integrare un po ‘di codice, che consentirebbe a Chrome di migliorare davvero la gestione della RAM.

Google e Microsoft vanno di pari passo per migliorare Chrome

Grazie alla sua tecnologia “Segment Heap”, Microsoft è riuscita recentemente a ridurre notevolmente il consumo di RAM del suo browser Edge su Windows. In teoria, questa tecnica dovrebbe avvantaggiare anche altre applicazioni, e in particolare il browser Chrome. Se i primi test effettuati da Google sono stati conclusivi, il colosso di Mountain View sta attualmente affrontando un altro problema e chiede a Microsoft di dargli un piccolo aiuto.

Come promemoria, dall’inizio dell’anno, Microsoft Edge è stato basato su Chromium, il browser sviluppato in Open Source e che avvantaggia anche altri concorrenti come Chrome o Brave. Ma con Edge, Microsoft fa molto di più che adattare Chromium ai sistemi operativi per cui è destinato. L’azienda di Redmond sta anche cercando di migliorare il browser, in modo che anche i suoi concorrenti possano trarne vantaggio. Pertanto, lo scorso giugno, abbiamo appreso che Edge consumava fino al 27% di RAM in meno e che anche Chrome dovrebbe beneficiare di questo progresso.

Un piccolo pezzo di codice risolverebbe tutti i problemi di Google su Windows 10

Ma al momento, la soluzione di Microsoft per Chrome non è stata ancora implementata. Il browser di Google è ancora molto avido di RAM, anche nella sua versione 85, per quanto recentissima. Perché tutto non va come previsto: se Segment Heat riduce efficacemente l’utilizzo di RAM fatto dal browser, la tecnologia riduce anche le prestazioni della macchina e porta ad un elevato utilizzo del processore. Secondo Google, la causa principale di questo problema verrebbe dalla gestione del motore di rendering.

Per Google, sarebbe sufficiente che Microsoft aggiungesse una funzionalità molto piccola a una delle librerie di Windows 10 , in questo caso ntdll.dll, per risolvere il problema. Due semplici indicatori (HEAP_ENABLE_SEGMENT_HEAP e HEAP_DISABLE_SEGMENT_HEAP) e voilà. Soprattutto perché non gioverebbero solo a Chrome. Uno sviluppatore di Chrome spiega che “queste metriche sarebbero molto utili per tutti i browser basati su Chromium. “

Google ha quindi trovato una soluzione per ridurre il consumo di CPU di Chrome quando viene utilizzata la tecnologia Segment Heap e chiede a Microsoft di integrare la sua soluzione in Windows 10. La palla è ora nel campo di Redmond. Nel frattempo, Edge, il browser di Microsoft, continua a guadagnare popolarità e ha appena superato l’8,50% degli utenti in tutto il mondo. Come promemoria, Edge ha rappresentato il 7,59% lo scorso marzo e ha superato Firefox .

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,060FansLike
16FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

FarmVille chiuderà finalmente il 31 dicembre

Zynga, la società dietro FarmVille , ha annunciato che chiuderà il gioco web originale alla fine di quest'anno. Sebbene molte persone non giochino più al gioco, ha...

Android: il malware Joker è tornato; 17 app dal Play Store

Non è la prima volta che il malware Joker viene individuato sul Play Store . Apparso a settembre 2019, il malware ha abbonato le sue...

Windows XP: codice sorgente trapelato, milioni di PC in balia degli hacker

In questi giorni è circolato sul web un codice sorgente che sembra essere quello di Windows XP . Distribuito tramite il protocollo BitTorrent, è costituito da un ampio...

Football Manager 2021 non arriverà su PlayStation … perché Sony non ha inviato kit di sviluppo

La serie Football Manager è stata un punto fermo tra i fan di questo sport e tra le persone che amano i giochi di simulazione in...

Xiaomi lancia un enorme mini TV 8K da 82 ″ già pronto per il 5G

Xiaomi è entrata a pieno titolo nel mondo dei televisori 8 com , ma non necessariamente molto brava tecnicamente. Con Mi TV Master Extreme, il produttore cinese...