Home Mobile WhatsApp, Messenger, Telegram: la Spagna annuncia le tasse sulle applicazioni di messaggistica

WhatsApp, Messenger, Telegram: la Spagna annuncia le tasse sulle applicazioni di messaggistica

- Advertisement -

Nell’ambito del progetto Spain Digital 2020-2025, il governo spagnolo sta preparando una tassa sulle applicazioni di messaggistica istantanea , riferiscono i nostri colleghi di Les Echos. Tutto è iniziato con le critiche mosse da diversi operatori spagnoli. Le telecomunicazioni si sentono offese dalla libertà mostrata da WhatsApp , Signal, Telegram o Facebook Messenger quando le loro attività sono simili alle loro. Tuttavia, gli operatori sono strettamente controllati, tassati e regolamentati.

”  Non chiedo che siano regolamentati, ma se non sono regolamentati, allora anch’io sarò deregolamentato!” Perché è impossibile competere se le condizioni non sono le stesse per tutti ”ha recentemente lamentato José María Álvarez-Pallete López, CEO di Telefonica, uno degli operatori più importanti in Spagna.

La legge spagnola vuole considerare WhatsApp, Messenger e Telegram come operatori

Il progetto di legge presentato dalla Spagna prevede di mettere le cose in chiaro tassando uniformemente tutti i servizi di chiamata e di messaggistica istantanea . D’ora in poi, i servizi di corriere saranno considerati come operatori. Dovranno quindi applicare la normativa introdotta nel 2014 e registrarsi nel registro spagnolo degli operatori delle comunicazioni. Infine, i servizi dovranno pagare un euro ogni mille euro fatturati in Spagna se questo fatturato supera il milione di euro. Per ora, non sappiamo come questa bolletta includerà WhatsApp, Messenger o Telegram, servizi che non vengono fatturati agli utenti. 

Roberto Sánchez, Segretario di Stato per le telecomunicazioni e le infrastrutture digitali, ritiene che servizi come WhatsApp, molto popolare nel paese, abbiano “cambiato il modo in cui consumiamo i servizi di comunicazione” . Ancora laconico, questo disegno di legge sarà esaminato dal parlamento spagnolo nel corso del secondo trimestre del 2021. Non è il primo che un paese cerca di tassare i servizi di corriere. Nel 2018 l’ Uganda ha introdotto una tassa di 17 € a tutti gli utenti di WhatsApp, Messenger e Viber  per contrastare la diffusione del gossip.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,060FansLike
16FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

OnePlus stuzzica la Warp Charge da 65W per OnePlus 8T

OnePlus ha confermato all'inizio di questa settimana che lancerà OnePlus 8T il 14 ottobre . In tipico stile OnePlus, prima del lancio del telefono, sta...

I crash di Nvidia RTX 3080 potrebbero essere collegati ai partner AIB utilizzando condensatori economici

Il 1 ° settembre Nvidia ha introdotto le GPU della serie RTX 3000 che sono state pubblicizzate come in grado di fornire fino al...

AMD Radeon RX 6900 XT, 6800 XT e 6700 XT: la scheda tecnica della superficie delle schede

Ora che sappiamo quasi tutto delle ultime schede grafiche Nvidia GeForce - RTX 3070, 3080 e 3090 - aspettiamo con impazienza che AMD risponda al...

VLC 3.3 per Android: una nuova interfaccia cambia tutto

La versione Android del lettore multimediale VLC viene rinnovata . L'applicazione, che arriva nella versione 3.3, si arricchisce di una barra di navigazione accessibile dalla schermata principale,...

Xbox Series X: la soluzione di archiviazione espandibile di Microsoft costerà $ 220

Sia Xbox Series X che Xbox Series S saranno dotati di SSD super veloci. La serie S si accontenterà di 512 GB mentre...