domenica, Ottobre 25, 2020
Home Apple Apple potrebbe dover pagare la mega multa di 13 miliardi di euro...

Apple potrebbe dover pagare la mega multa di 13 miliardi di euro in Europa

Reading Time: 2 minutes
- Advertisement -

Abbiamo creduto lo scorso luglio che i guai di Apple con la Commissione Europea fossero finiti. Almeno la parte che riguarda il modo in cui l’azienda di Cupertino paga le tasse in Europa. Ma la Commissione europea, guidata dal Commissario responsabile della concorrenza, Margrethe Vestager , ha deciso di presentare ricorso contro la decisione del tribunale resa questa estate a favore di Apple e del governo irlandese.

Piccolo promemoria dei fatti per coloro che si uniscono a noi. Le aliquote fiscali non sono le stesse in tutta Europa. Ogni paese ha il diritto di scegliere questi prelievi e le basi dei prodotti o dei servizi a cui sono soggetti. Ad esempio, la Francia è uno dei pochi paesi dell’Unione ad avere una tassa sulla copia privata a cui sono soggetti tutti i dispositivi con memoria interna (compresi gli smartphone). Tra i paesi più vantaggiosi per gli affari c’è l’ Irlanda .

Sanzionato nel 2016, salvato nel 2020

L’Irlanda ha infatti abbassato i diritti sulle società per promuovere la sua crescita. Questo ovviamente ha attirato molte aziende, soprattutto multinazionali americane. È il caso di Apple che quindi paga le tasse in Irlanda per l’intera area europea, ma anche in Medio Oriente e Africa. Questo ovviamente non piace alla Commissione Europea, che vede in questo un vantaggio competitivo. Ritenendo che ci sia ” vantaggio economico selettivo  ” e ”  aiuto di Stato mascherato  “, la Commissione ha sanzionato Apple nel 2016 con una multa di 13 miliardi di euro .

Apple e il governo di Dublino (che lo consideravano una minaccia alla sua crescita e attrattiva) hanno portato il caso alla Corte di giustizia europea , sostenendo che le tasse fanno parte della sovranità di ogni membro dell’Unione e che Apple li paga dove ha sede la sua sede. A luglio, la Corte di giustizia si è pronunciata a favore dei ricorrenti . E la mega multa viene revocata.

La sovranità nazionale ha i suoi limiti

Ma questa non è la prima battaglia di Margrethe Vestager contro una multinazionale americana. Ha già bloccato Apple, Google, Qualcomm o persino Amazon. Appoggia quindi la decisione della Commissione europea di impugnare la sentenza di luglio. A sostegno di questo appello, spiega che anche se ogni paese mantiene la sovranità delle proprie aliquote fiscali, deve anche rispettare i trattati che uniscono i membri dell’Unione. Ciò che la Corte non ha tenuto in considerazione, secondo lei. Apple e il governo irlandese affermano di essere a conoscenza di questa decisione e studieranno la questione.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,063FansLike
26FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

Adobe Illustrator viene lanciato su iPad, Fresco su iPhone

Oggi, Adobe ha annunciato che la sua app di design Illustrator è ora disponibile su iPad, estendendosi per la prima volta oltre...

WhatsApp: la versione web consentirà presto chiamate audio e video su PC

Il sito WABetaInfo, specializzato nelle prossime novità WhatsApp, ha trovato nel codice dell'ultima beta dell'applicazione di messaggistica una nuova funzionalità che permette di effettuare...

Mozilla è preoccupato di essere un danno collaterale nel caso antitrust di Google

Ieri il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha intentato una causa antitrust contro Google, accusando il gigante della ricerca di pratiche monopolistiche per...

Amazon: il numero di recensioni false raggiunge un livello record dall’inizio della pandemia

È semplice, per far fronte al massiccio afflusso di ordini, Amazon è stata costretta ad assumere 100.000 persone . Mai visto. Tuttavia, se gli ordini e...

Altri 10 titoli Game Pass Ultimate ricevono controlli touch per il cloud gaming

Il mese scorso, Microsoft abilitato il cloud gaming tramite il servizio di abbonamento Xbox Game Pass Ultimate, che offre oltre 150 giochi che possono essere...