martedì, Ottobre 20, 2020
Home News Apple e Google ora integrano il tracciamento dei contatti nel loro sistema...

Apple e Google ora integrano il tracciamento dei contatti nel loro sistema operativo per combattere il coronavirus

- Advertisement -

La lotta contro il coronavirus è tutt’altro che finita e le autorità sanitarie di tutto il mondo stanno utilizzando la tecnologia per arginare l’epidemia. Mentre alcuni paesi come la Italia hanno scelto erroneamente l’applicazione sviluppata internamente, altri hanno utilizzato Google e l’API di Apple per creare il loro software di tracciamento dei contatti.

Oggi, le due aziende californiane annunciano il loro nuovo sistema di tracciamento: Exposure Notifications Express. Questi sono gli strumenti necessari per la lotta contro Covis, ma direttamente integrati nel sistema operativo. Insomma, le autorità non avranno più bisogno di sviluppare una notifica interna con questi strumenti, ma solo di utilizzare il tracciamento dei contatti direttamente su Android o iOS.

Questa è una grande progressione. Gli Stati dovranno solo attivare il tracciamento dei contatti per identificare e prevenire i pazienti affetti da coronavirus. Se qualcuno è entrato in contatto con una persona contagiosa, riceverà direttamente una notifica sul proprio iPhone o smartphone Android. Ovviamente sarà prima necessario che l’utente accetti di essere rintracciato tramite una notifica indicandogli di scaricare lo strumento necessario.

Diversi Stati americani interessati

Utilizzando bluetooth e GPS, questa API progettata congiuntamente da Google e Apple è stata presentata lo scorso aprile. Molti Stati hanno scelto di utilizzarlo per sviluppare la loro applicazione dedicata. Diversi i vantaggi di questi strumenti: sono unificati, efficienti e la tutela della privacy è garantita da Google e Apple.

Al momento, Exposure Notifications Express è un nuovo progetto e nessun paese lo ha ancora utilizzato. Tuttavia, alcuni stati americani hanno già espresso la loro curiosità , come il Maryland, la Virginia o il Nevada.

Questa funzione è già disponibile su iOS versione 13.7 , secondo 9to5Google. Per Android, arriverà durante il mese di settembre e dovrebbe equipaggiare i terminali con Android 6.0 o più.

Questa nuova funzionalità è uno strumento in più nella lotta al coronavirus. Ma è sempre utile ricordare che la migliore protezione resta la maschera, i gesti di barriera oltre che lo screening in caso di sintomi.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,063FansLike
23FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

Huawei anticipa la configurazione ottagonale della fotocamera posteriore sulla serie Mate 40

Un nuovo teaser apparentemente proveniente da Huawei rivela un nuovissimo design della fotocamera posteriore della prossima serie Mate 40 dell'azienda. L'immagine, che è...

L’app Apple TV è ora disponibile sulle smart TV di Sony

Sony ha annunciato che l'app Apple TV sarà disponibile su alcune delle sue smart TV. L'app è ora disponibile per il download negli Stati Uniti...

Assassin’s Creed Valhalla riceve i requisiti di sistema dettagliati per PC

Ubisoft ha due enormi giochi in uscita tra poche settimane, con Watch Dogs: Legion e Assassin's Creed Valhalla in arrivo sulle piattaforme attuali e di prossima...

GeForce RTX 3090 decifra le password alla velocità della luce e sì, è preoccupante

Grazie alle nuove schede Nvidia RTX 3000 - e soprattutto grazie all'RTX 3090 - decifrare le password con la forza bruta o tramite dizionario sta rapidamente diventando...

Adobe Illustrator viene lanciato su iPad, Fresco su iPhone

Oggi, Adobe ha annunciato che la sua app di design Illustrator è ora disponibile su iPad, estendendosi per la prima volta oltre...