Home News Apple e Google ora integrano il tracciamento dei contatti nel loro sistema...

Apple e Google ora integrano il tracciamento dei contatti nel loro sistema operativo per combattere il coronavirus

- Advertisement -

La lotta contro il coronavirus è tutt’altro che finita e le autorità sanitarie di tutto il mondo stanno utilizzando la tecnologia per arginare l’epidemia. Mentre alcuni paesi come la Italia hanno scelto erroneamente l’applicazione sviluppata internamente, altri hanno utilizzato Google e l’API di Apple per creare il loro software di tracciamento dei contatti.

Oggi, le due aziende californiane annunciano il loro nuovo sistema di tracciamento: Exposure Notifications Express. Questi sono gli strumenti necessari per la lotta contro Covis, ma direttamente integrati nel sistema operativo. Insomma, le autorità non avranno più bisogno di sviluppare una notifica interna con questi strumenti, ma solo di utilizzare il tracciamento dei contatti direttamente su Android o iOS.

Questa è una grande progressione. Gli Stati dovranno solo attivare il tracciamento dei contatti per identificare e prevenire i pazienti affetti da coronavirus. Se qualcuno è entrato in contatto con una persona contagiosa, riceverà direttamente una notifica sul proprio iPhone o smartphone Android. Ovviamente sarà prima necessario che l’utente accetti di essere rintracciato tramite una notifica indicandogli di scaricare lo strumento necessario.

Diversi Stati americani interessati

Utilizzando bluetooth e GPS, questa API progettata congiuntamente da Google e Apple è stata presentata lo scorso aprile. Molti Stati hanno scelto di utilizzarlo per sviluppare la loro applicazione dedicata. Diversi i vantaggi di questi strumenti: sono unificati, efficienti e la tutela della privacy è garantita da Google e Apple.

Al momento, Exposure Notifications Express è un nuovo progetto e nessun paese lo ha ancora utilizzato. Tuttavia, alcuni stati americani hanno già espresso la loro curiosità , come il Maryland, la Virginia o il Nevada.

Questa funzione è già disponibile su iOS versione 13.7 , secondo 9to5Google. Per Android, arriverà durante il mese di settembre e dovrebbe equipaggiare i terminali con Android 6.0 o più.

Questa nuova funzionalità è uno strumento in più nella lotta al coronavirus. Ma è sempre utile ricordare che la migliore protezione resta la maschera, i gesti di barriera oltre che lo screening in caso di sintomi.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,060FansLike
16FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

Google Maps aggiunge il livello COVID-19 per consentirti di visualizzare i dati critici in aree specifiche

Google ha annunciato oggi un nuovo livello in Maps che fornisce informazioni critiche sui casi di COVID-19 in una determinata area. L'obiettivo della nuova funzionalità...

Chrome: Google abbandona le estensioni a pagamento

Google annuncia sul blog di Chrome la fine delle estensioni a pagamento che utilizzano la piattaforma di pagamento del Chrome Web Store : “Il sistema di pagamento...

HarmonyOS: Huawei lancerà la prima beta su smartphone a gennaio 2021

Priva della licenza Android e delle applicazioni Google, Huawei ha sviluppato un sistema operativo mobile alternativo per sopravvivere alle restrizioni americane. Su richiesta dei nostri...

WhatsApp consentirà presto agli utenti di collegare più dispositivi a un unico account

WhatsApp ha lavorato sul supporto multi-dispositivo per un po 'di tempo e sembra che la funzione possa finalmente essere implementata per gli utenti di WhatsApp in...

FarmVille chiuderà finalmente il 31 dicembre

Zynga, la società dietro FarmVille , ha annunciato che chiuderà il gioco web originale alla fine di quest'anno. Sebbene molte persone non giochino più al gioco, ha...