martedì, Ottobre 20, 2020
Home News Fortnite: Apple minaccia Epic Games di vietare tutti i giochi sviluppati con...

Fortnite: Apple minaccia Epic Games di vietare tutti i giochi sviluppati con il suo Unreal Engine

- Advertisement -

La battaglia tra Apple ed Epic Games, lo sviluppatore di Fortnite, è appena iniziata. Sebbene il battle royale sia stato rimosso dall’App Store, l’azienda di Cupertino ha deciso oggi di vietare l’accesso agli sviluppatori da Epic. Una decisione con gravi conseguenze per l’editore, ma anche per gli studi di terze parti che utilizzano il suo motore.

Epic Games è nota per i suoi giochi (Unreal, Gears of War e ovviamente Fortnite) ma anche per la sua piattaforma PC, lanciata nel 2018. Il business più grande dello studio rimane lo sviluppo del motore grafico, ovvero il famoso Unreal Engine la cui quinta edizione è stata recentemente svelata. Pagando una licenza, gli studi di terze parti possono utilizzare questa soluzione chiavi in ​​mano per creare rapidamente il loro gioco: questo è ciò che Apple sta affrontando.

Punisci i piccoli studi

Lo sviluppatore di Fortnite ha annunciato in un tweet che Apple ha deciso di vietare l’accesso come sviluppatore dal 28 agosto, e questo sia su iOS che su Mac. Chiaramente, questo significa che i giochi sviluppati con l’ultima versione del motore dello studio non sarebbero più accettati sulle piattaforme Apple. Se i giochi già usciti non temono nulla, gli altri potrebbero soffrirne.

Quindi sono gli sviluppatori di terze parti che potrebbero pagare il conto. Non sono i grandi studi che sarebbero interessati qui, ma le piccole aziende indipendenti che usano il motore per il bene dell’economia, e ce ne sono molte. Molti giochi Apple Arcade, come Oceanhorn 2, utilizzano Unreal Engine. La decisione di Apple potrebbe quindi avere gravi conseguenze per tutti i lati del caso.

Epic Games intende difendersi e ha presentato un’ingiunzione in un tribunale della California per ribaltare questa decisione. Lo studio potrebbe acquisire un periodo di sospensione per trovare una soluzione o risolvere la controversia tra esso e il suo avversario.

Combattimento di galli

Questa decisione da parte di Apple sembra una mossa da poker per vendere Epic Games. Quest’ultimo ha più da perdere che da guadagnare in questa storia. Resta da vedere chi cederà per primo tra l’azienda onnipotente e lo sviluppatore con i denti lunghi. Il caso potrebbe durare mesi, persino anni, e passare attraverso la cassetta della giustizia. Nel frattempo, sono i giocatori di Fortnite ad essere danneggiati, ma soprattutto gli studi di terze parti.

Come promemoria, Epic Games ha contestato la posizione dominante di Apple sulla sua piattaforma. In Fortnite, è possibile acquistare denaro di gioco, v-bucks. Ad ogni transazione, il 30% dell’importo finisce nelle tasche di Apple. Epic ha deciso di rubare tramite il proprio sistema, sia su iOS che su Android. Tuttavia, la cosa è severamente vietata su entrambe le piattaforme . Google e Apple hanno quindi agito bandendo Fortnite dal loro negozio online. Epic sperava di scuotere le cose con questo colpo di stato, ma si è rotta i denti: non sono tollerate eccezioni, anche quando si tratta del gioco più giocato del pianeta.

Lo studio lo aveva visto arrivare, comunque. Immediatamente dopo il suo divieto dall’Apple Store, ha eseguito uno spot pubblicitario che parodia la pubblicità del marchio Apple del 1984. Ma non sbagliarti. Epic Games non lotta contro l’oppressione per far trionfare la libertà. Questa è solo una grande storia di soldi.

La telenovela estiva è tutt’altro che finita e ora stiamo aspettando il prossimo colpo di scena.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,063FansLike
23FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

Chiusura di Hangouts: Google obbliga gli utenti a migrare a Chat dal 2021

All'inizio del 2019, Google ha annunciato con indifferenza generale la graduale scomparsa di Hangouts , l'applicazione di messaggistica istantanea e videoconferenza lanciata nel 2013....

YouTube Music è ora disponibile su Apple Watch

Google ha annunciato che il suo servizio musicale, YouTube Music, è ora disponibile per i consumatori con dispositivi Apple Watch. La nuova app Apple Watch...

OnePlus 8T: il brand anticipa un’edizione limitata Cyberpunk 2077

Durante la presentazione cinese ufficiale di OnePlus 8T , l'azienda ha alzato il velo su un'edizione limitata ispirata a  Cyberpunk 2077 , uno dei videogiochi più...

La tecnologia di ricarica wireless da 80 W di Xiaomi può caricare completamente una batteria da 4.000 mAh in soli 19 minuti

Xiaomi ha già dimostrato una soluzione di ricarica cablata rapida da 120 W e una soluzione di ricarica wireless rapida da 50 W per smartphone. Quest'ultimo può caricare...

Il Google Play Store rimuove il menu “hamburger”

Il Play Store migliora nel tempo e un futuro aggiornamento cambierà alcune cose. Una modifica interesserà i menu, poiché il pulsante a loro...