Home Android Play Store, App Store: Xiaomi, TikTok, WeChat ... L'India vieta 52 app...

Play Store, App Store: Xiaomi, TikTok, WeChat … L’India vieta 52 app cinesi

- Advertisement -

La situazione è tesa tra India e Cina dopo violenti scontri al confine con l’Himalaya. È in questo contesto che l’ufficio di sicurezza nazionale indiano ha annunciato di vietare cinquantadue domande cinesi dal paese. Tra questi, applicazioni molto popolari come Zoom, WeChat, Weibo, Tik Tok o il gioco Clash of Kings.

Anche la suite di software Xiaomi, preinstallata su tutti gli smartphone del marchio, è nella lista. Un fatto che dovrebbe complicare notevolmente la commercializzazione dei suoi prodotti nel subcontinente. Non è quindi necessaria un’applicazione dedicata per rimuovere alcun software cinese dal telefono. Ecco l’elenco completo:

  • TikTok
  • Mi Store
  • Mi Community
  • Weibo
  • WeChat
  • SHAREit
  • Clash of Kings
  • DU recorder
  • YouCam Makeup
  • 360 Security
  • DU Battery Saver
  • DU Browser
  • DU Cleaner
  • DU Privacy
  • Clean Master – Cheetah
  • CacheClear
  • DU apps studio
  • Baidu Translate
  • Baidu Map
  • QQ Launcher
  • QQ Security Centre
  • QQ Player
  • QQ Music
  • QQ Mail
  • QQ NewsFeed
  • WeSync
  • QQ International
  • ES File Explorer
  • Mi Video call-Xiaomi
  • Parallel Space
  • SelfieCity
  • Mail Master
  • Vault-Hide
  • Vigo Video
  • Bigo Live
  • UC News
  • UC Browser
  • BeautyPlus
  • Xender
  • ClubFactory
  • Helo
  • LIKE
  • Kwai
  • ROMWE
  • SHEIN
  • NewsDog
  • Wonder Camera
  • Photo Wonder
  • APUS Browser
  • VivaVideo- QU Video Inc
  • Perfect Corp
  • CM Browser
  • Virus Cleaner (Hi Security Lab)

Questa misura drastica è stata presa per due motivi. Il primo è ovvio: l’India teme la fuga di dati in Cina. L’altro è che le applicazioni potrebbero essere utilizzate per degradare la rete telefonica del paese in caso di conflitto. Questo elenco è preventivo, secondo il Hindustan Times, poiché ogni applicazione dovrà essere esaminata caso per caso per un possibile ritorno sul mercato.

Scontri violenti

La situazione tra India e Cina è stata molto complicata negli ultimi giorni. Le tensioni riguardano la regione di Aksai Chin, persa nel cuore dell’Himalaya e soggetta a numerose controversie territoriali già da molti anni. Fu in questa regione montuosa e desolata che i soldati cinesi e indiani si scontrarono nella notte del 15-16 giugno. Forti combattimenti corpo a corpo provocarono venti morti dalla parte indiana e un numero sconosciuto di vittime dalla parte cinese.

La situazione potrebbe quindi peggiorare con l’invio di nuove truppe indiane nella regione. Tuttavia, nessuno dei due paesi vuole raggiungere un conflitto aperto ed entrambi hanno annunciato di voler risolvere rapidamente la situazione attraverso canali diplomatici. Nel frattempo, gli indiani sono privati ​​delle domande fatte in Cina.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,059FansLike
16FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

Google annuncia Android 11 per Android TV, con maggiore sicurezza e prestazioni migliori

Google ha ufficializzato il 9 settembre l'arrivo della versione finale di Android 11 , una versione destinata agli smartphone. Si tratta di una versione che...

Emoji 13.1 introduce 217 nuovi personaggi emoji, in arrivo sui dispositivi nel 2021

Il consorzio Unicode ha finalizzato l'aggiornamento Emoji 13.1 che aggiunge un totale di 217 nuovi caratteri emoji all'elenco esistente. Sette di questi sono personaggi nuovi di zecca,...

OnePlus stuzzica la Warp Charge da 65W per OnePlus 8T

OnePlus ha confermato all'inizio di questa settimana che lancerà OnePlus 8T il 14 ottobre . In tipico stile OnePlus, prima del lancio del telefono, sta...

Samsung annulla la sua conferenza degli sviluppatori per il 2020 a causa dei timori di COVID-19

Samsung ha annunciato oggi che non terrà la sua conferenza annuale per gli sviluppatori per il 2020. L'azienda ha notato che la decisione di...

Microsoft sta acquisendo ZeniMax Media, acquisendo Bethesda, id, Arkane e altri studi

In un enorme annuncio a sorpresa, il capo di Xbox Phil Spencer ha rivelato oggi che Microsoft ha stipulato un accordo per acquisire ZeniMax Media, la...