giovedì, Ottobre 22, 2020
Home News IBM si ritira dalle attività di riconoscimento facciale a causa delle preoccupazioni...

IBM si ritira dalle attività di riconoscimento facciale a causa delle preoccupazioni di pregiudizi razziali ed etnici

Reading Time: 2 minutes
- Advertisement -

In una lettera al Congresso lunedì scorso, IBM ha annunciato che non avrebbe più venduto servizi di riconoscimento facciale. Il CEO Arvind Krishna ha scritto la lettera e ha chiesto un dialogo nazionale sull’opportunità o meno di utilizzare la tecnica da parte delle forze dell’ordine. Krishna ha anche mostrato sostegno per il Justice in Policing Act che mira a contenere la violenza della polizia.

“IBM si oppone fermamente e non perdonerà l’uso di alcuna tecnologia, inclusa la tecnologia di riconoscimento facciale offerta da altri fornitori, per la sorveglianza di massa, la profilazione razziale, le violazioni dei diritti umani e delle libertà di base o qualsiasi scopo che non sia coerente con i nostri valori e Principi di Fiducia e trasparenza. Riteniamo che sia giunto il momento di avviare un dialogo nazionale su se e come la tecnologia di riconoscimento facciale dovrebbe essere impiegata dalle forze dell’ordine nazionali ”.

Le preoccupazioni sulla privacy sono quasi sempre andate di pari passo con lo sviluppo di sistemi di riconoscimento facciale. Al livello più elementare, le persone si sono chieste se i set di dati utilizzati per addestrare i modelli di apprendimento automatico siano privi di pregiudizi. Questo pregiudizio intrinseco è spesso causato dalla discrepanza e dalla variazione dei dati raccolti tra gruppi etnici e razziali.

“L’intelligenza artificiale è un potente strumento che può aiutare le forze dell’ordine a proteggere i cittadini. Ma i fornitori e gli utenti dei sistemi Al hanno la responsabilità condivisa di assicurare che Al sia sottoposto a test di parzialità, in particolare quando utilizzato nelle forze dell’ordine, e che tali test di bias siano controllati e segnalati. “

L’annuncio di IBM e il suo riferimento diretto all’utilizzo di questi sistemi da parte delle forze dell’ordine arrivano in un momento in cui le proteste contro il razzismo e la brutalità della polizia sono sorte in tutto il mondo dopo la morte di un uomo afroamericano George Floyd in custodia di polizia. Tuttavia, la decisione potrebbe essere influenzata anche da aspetti monetari.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,063FansLike
26FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

L’aggiornamento 2.5 per Samsung Galaxy Note9 One UI è ora in fase di lancio

Dopo aver lanciato l'aggiornamento One UI 2.5 per la linea Galaxy S20 e Galaxy S10 , Samsung ha ora iniziato a lanciare l'aggiornamento per il Galaxy...

YouTube Music è ora disponibile su Apple Watch

Google ha annunciato che il suo servizio musicale, YouTube Music, è ora disponibile per i consumatori con dispositivi Apple Watch. La nuova app Apple Watch...

Chiusura di Hangouts: Google obbliga gli utenti a migrare a Chat dal 2021

All'inizio del 2019, Google ha annunciato con indifferenza generale la graduale scomparsa di Hangouts , l'applicazione di messaggistica istantanea e videoconferenza lanciata nel 2013....

Acer porta Snapdragon 7c e 4G LTE su un Chromebook per $ 399

Acer ha annunciato il primo Chromebook a utilizzare la piattaforma Snapdragon Compute. Si chiama Chromebook Spin 513 e include un chipset Snapdragon 7c. Ciò...

PayPal consentirà il pagamento in Bitcoin e altre tre criptovalute dal 2021

Un giorno Bitcoin sarà una valuta meno solforosa? Oggi, la criptovaluta più famosa è spesso associata dal grande pubblico ad attività dubbie del...