News

Google vieta gli annunci “click trap” da luglio 2020

Se si deve credere al sito SearchEngineJournal , Google si sta preparando a rafforzare le pratiche di alcuni inserzionisti. Google non desidera più fungere da trampolino di lancio per gli inserzionisti che praticano false pubblicità. Improvvisamente il motore di ricerca annuncia, da luglio, l’ istituzione di una politica chiamata “anti-click-trap” (politica di annunci di Clickbait nella lingua di Shakespeare). L’idea è di impedire agli inserzionisti di assemblare testi e immagini sensazionalisti per costringere l’utente a fare clic su un annuncio se desidera comprendere il contesto. Questo tipo di pubblicità sarà ora proibito.

Google descrive in dettaglio diversi criteri per definire questo tipo di pubblicità. Il supporto :

  • Afferma di dare accesso a rivelazioni segrete o scandalose
  • La formulazione esorta direttamente l’utente di Internet a fare clic (“Fai clic qui per saperne di più …”)
  • L’annuncio è accompagnato da un’iconografia sensazionalista (membri mutilati, foto presa in custodia, foto di catastrofi
  • Immagini del corpo umano che mostrano la situazione prima e dopo (come gli annunci dietetici miracolosi …)
  • Mostra eventi della vita negativi per suscitare emozioni e provocare azioni
  • Questi eventi possono includere incidenti, malattie, fallimento, arresti, ecc.
  • La pubblicità utilizza le immagini per causare paura o shock

Google non dice in questo momento come verranno individuati questi annunci. La gestione della pubblicità del gruppo dovrebbe senza dubbio utilizzare le sue risorse di intelligenza artificiale. Ci si aspetta che molte industrie siano direttamente interessate da questo cambiamento, specialmente all’estero. Si pensa alle società di consulenza legale, ai venditori di regimi “miracolosi” e ad altri metodi di bodybuilding “senza sforzo”. Possono continuare la loro comunicazione ma saranno costretti a usare altri trucchi meno lenti.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker