Home Android MediaTek ha accusata di aver imbrogliato i benchmark dei suoi SoC

MediaTek ha accusata di aver imbrogliato i benchmark dei suoi SoC

- Advertisement -

Un sondaggio pubblicato dai nostri colleghi AnandTech accusa apertamente MediaTek di aver tradito i parametri di riferimento del suo SoC. Esaminando un Oppo Reno 3 Pro con tecnologia Helio P95 e un  Oppo Reno 3 con tecnologia Dimensity 1000L , i media hanno scoperto anomalie nelle prestazioni. Contro ogni aspettativa, il SoC Helio P95 ha mostrato prestazioni di gran lunga superiori al Dimensity 1000L. L’Helio P95 si accontenta di due cuori Cortex-A75, contro quattro cuori Cortex-A77 per il Dimensity 1000L.

Per scoprirlo, AnandTech ha installato una versione non rilevabile di PCMark , il suo strumento di benchmarking, su Reno 3 Pro. Con questa variante di PCMark, il software incluso da fondatori e produttori non è in grado di identificare il software di benchmarking. Verdetto: lo smartphone ha raggiunto prestazioni complessive in calo del 30% rispetto ai primi test. In alcuni test, le prestazioni sono addirittura crollate del 75%.

Dopo un’indagine, AnandTech ha capito che MediaTek ha integrato un file chiamato power_whitelist_cfg.xml nel firmware fornito ai produttori di telefoni, incluso Oppo. Questa riga di codice attiva una modalità sport programmata per aumentare temporaneamente le prestazioni dello smartphone se viene lanciato un software di benchmarking come PCMark, AnTuTu, GFX e 3DBench. Chiaramente, il chipset funziona a tutta velocità per ingannare i parametri di riferimento. Le performance analizzate quindi non hanno nulla a che fare con le performance effettive.

Sempre secondo AnandTech, MediaTek nasconde questo cheat software nel firmware dei suoi chipset da diversi anni. Sono interessati molti smartphone di fascia media, inclusi telefoni Oppo, Sony, Vivo, Realme o iVoomi .

MediaTek si difende e indica Qualcomm

Non sorprende che MediaTek sia stato veloce nel governare le accuse dei media. “Lavoriamo a stretto contatto con i produttori di dispositivi quando si tratta di testare e confrontare i terminali alimentati dai nostri chipset, ma alla fine i marchi hanno la possibilità di configurare i propri dispositivi come meglio credono “ Suggerisce MediaTek, ovviamente con l’obiettivo di incolpare i marchi .

“La presentazione di tutte le prestazioni di un chipset nei test di benchmarking è in linea con le pratiche di altre società”, continua il fondatore di Taiwan. Per tutte le difese, MediaTek garantisce che l’integrazione di software volto a migliorare le prestazioni durante i benchmark sia una pratica industriale comune. “Questi tipi di configurazioni sono ampiamente praticati nel settore. Se dovessero guardare altri dispositivi, vedrebbero, come abbiamo fatto, che il nostro principale concorrente ha chipset che funzionano esattamente allo stesso modo “, aggiunge MediaTek, indirizzando direttamente a Qualcomm .

Non è la prima volta, tutt’altro, che un grande gruppo è accusato di ingannare i parametri di riferimento. Alla fine del 2018, Huawei e Honor sono stati colti nell’atto di barare . Come MediaTek, il gruppo cinese ha creduto nella sua difesa che tutti i produttori utilizzino questo tipo di trucco. Qualche mese fa, Samsung si è anche impegnata a pagare 10 euro agli acquirenti di Galaxy S4 . Dopo una lunga azione legale americana, il marchio ha ammesso di aver integrato software sullo smartphone per tradire i benchmark.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,089FansLike
17FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

È disponibile Android 11 beta 3: scopri le ultime novità

La versione pubblica di Android 11 sarà presto disponibile . A riprova: Google annuncia la disponibilità della terza e ultima beta della prossima iterazione...

Nintendo: i profitti esplodono e superano il 500%, grazie ad Animal Crossing

Nintendo potrebbe non essersi aspettata un tale successo. Tuttavia, lanciando Animal Crossing New Horizons ad aprile, quando metà del pianeta era confinato, l'azienda giapponese ha...

Facebook lancerà video musicali ufficiali negli Stati Uniti questo fine settimana

Facebook ha annunciato che sta introducendo video musicali ufficiali sulla sua piattaforma, disponibile negli Stati Uniti a partire da questo fine settimana. L'annuncio conferma un rapporto...

Galaxy Note 20: un operatore americano ha già rivelato tutto in questo annuncio

Lo sapevi da molte generazioni ormai, le perdite si susseguono a Samsung prima delle grandi uscite. E mentre pensavamo di avere già abbastanza informazioni sul...

xCloud: il servizio di giochi in streaming sarà esclusivo per Android

Ancor più di Stadia o GeForce Now, xCloud di Microsoft è considerato il futuro Netflix per i videogiochi. Basato sulla tecnologia di streaming ,...
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x