Samsung interrompe nuovamente la produzione di smartphone in Corea del Sud a causa della nuova custodia coronavirus

0
samsung
samsung

Samsung è stato nuovamente costretto a chiudere la sua fabbrica a Gumi, in Corea del Sud, poiché un altro dipendente che lavora nei locali è stato infettato da COVID-19. La fabbrica Gumi produce i prodotti di punta e premium di Samsung come Galaxy Z Flip e Galaxy S20 e si rivolge principalmente alla domanda locale. La fabbrica era stata precedentemente chiusa per un paio di giorni a febbraio per lo stesso motivo. È stata quindi seguita da un’altra chiusura per una settimana a fini di disinfezione.

Questo sarà il sesto dipendente che lavora in Samsung la pianta di Gumi è stata infettata dal coronavirus. Questa volta, Samsung chiuderà la fabbrica solo per un giorno e riprenderà la produzione dal 7 marzo. La società non prevede interruzioni della fornitura a causa di questo arresto. Gumi è vicino alla città di Daegu, l’epicentro dell’epidemia di coronavirus in Corea del Sud.

Samsung trasferirà ora la produzione di “alcuni smartphone premium” in Vietnam, poiché intende “fornire prodotti ai consumatori in modo più efficace, stabile e tempestivo”. Sposterà la produzione nel suo stabilimento di Gumi una volta contenuta l’epidemia di coronavirus. La società coreana ha già trasferito la maggior parte della sua produzione di smartphone in Vietnam e India e è improbabile che i ripetuti arresti nello stabilimento di Gumi abbiano un impatto notevole.

Daniel Aka
Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Lascia un commento

Please Login to comment