Microsoft ha appena sollevato il velo su DirectX 12 Ultimate , una nuova versione della suite di API grafiche (interfacce di programmazione) in Windows 10 che funge da ponte tra i giochi e il sistema operativo . L’edizione Ultimate promette di unificare queste API con quelle della piattaforma Xbox – fornendo al contempo supporto nativo per le nuove tecnologie grafiche – ovvero  DirectX Ray Tracing , Mesh Shading , Variable Rate Shading e Sampler Feedback .

Per l’utente DirectX 12 Ultimate non porta molto sconvolgimento rispetto alla versione di DirectX 12 lanciata nel 2014. Con la notevole eccezione di Ray Tracing poiché con l’arrivo del componente Ray Tracing 1.1, i giochi che utilizzare Ray Tracing non è più necessario eseguire il ping della CPU dalla GPU: un dettaglio tecnico, si potrebbe dire. Ma i giochi che lo usano saranno ottimizzati molto meglio.

Per gli sviluppatori di giochi Windows 10 e Xbox Series X , ciò significa anche che l’ adattamento dei giochi per la prossima console Microsoft e le schede grafiche AMD e Nvidia di ultima generazione diventeranno notevolmente più facili. Senza causare incompatibilità su apparecchiature meno recenti. Tuttavia, dal lato dell’utente, l’effetto “wow” sarà più difficile da percepire, almeno per il momento . I giochi che non utilizzano le nuove funzionalità di DX12 Ultimate non dovrebbero in effetti mostrare differenze significative durante la loro esecuzione.

DirectX 12 Ultimate sarà disponibile entro la fine dell’anno. Per gli interessati, Microsoft fornisce molti dettagli su questa nuova suite di API in un post sul blog che traggiamo da questo articolo. Consigliamo anche il video di Nvidia di seguito (in inglese):

Daniel Aka
Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Lascia un commento

Please Login to comment