Dal suo lancio nel 2017, Google ha continuato a migliorare e perfezionare il suo programma di protezione avanzata . Come promemoria, questa iniziativa consente agli utenti con dati sensibili (giornalisti, avvocati, politici, attivisti, dirigenti aziendali, ecc.) Di beneficiare di un livello di sicurezza migliore contro l’hacking o il furto di account. Gmail, per esempio.

Con le minacce che si adattano e si evolvono, Google non ha altra scelta che fare lo stesso. In questo senso, la società ha presentato questo mercoledì, 18 marzo, sul suo blog nuove protezioni anti-malware per dispositivi Android.

Google Play Protect sempre attivo

Come primo passo fatto da Google, tutti i dispositivi Android con un account Google registrato nel programma di protezione avanzata beneficeranno ora di Google Play Protect . Per la cronaca, Play Protect è un’applicazione sviluppata da Google per scansionare e analizzare oltre 100 miliardi di applicazioni al giorno e per garantire la sicurezza del tuo dispositivo Android, nonché quella dei tuoi dati personali e delle tue varie applicazioni. Ora sarà impossibile disattivare Google Play Protect se sei un membro del programma .

Le app non Google Play sono vietate

Sempre con l’idea di proteggere efficacemente i dispositivi Android, Google vuole bloccare l’installazione di tutte le applicazioni APK non dal Google Play Store . Anche in questo caso, sono interessati solo smartphone e tablet con un account Google registrato nel programma di protezione avanzata.

Secondo la società, sarà comunque possibile installare applicazioni disponibili sui mercati dei produttori preinstallati, come ad esempio la Galleria delle app di Huawei. Sarà anche possibile passare tramite Android Debug Bridge. Inoltre, le app non Google Play già presenti sul tuo dispositivo non verranno eliminate e gli utenti potranno comunque aggiornarle.

La società Mountain View afferma che al momento gli utenti della G Suite iscritti al programma non potranno beneficiare di queste difese aggiuntive per i loro dispositivi Android. In tutti i casi, queste nuove misure saranno gradualmente attuate. Per concludere, Google annuncia che altre protezioni senza precedenti per Google Chrome sono anche nelle carte e dovrebbero atterrare nel corso del 2020. 

Daniel Aka
Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Lascia un commento

Please Login to comment