Home Android Android 11: Google rinforza le autorizzazioni delle app sul microfono e sul...

Android 11: Google rinforza le autorizzazioni delle app sul microfono e sul sensore selfie

- Advertisement -

Le autorizzazioni sono un sistema implementato in Android per dare all’utente il controllo sulle risorse disponibili per le applicazioni. Stiamo parlando in particolare di accesso a Internet, geolocalizzazione, vari sensori fotografici e ambientali, microfoni o persino file contenenti informazioni personali, come il calendario, i contatti o le foto. Naturalmente, alcune applicazioni non devono accedere ad alcune di queste risorse in modo permanente.

Da qui il lavoro che è stato avviato da Google con Android 10. In questa versione del suo sistema operativo per smartphone e tablet, la società Mountain View ha inaugurato autorizzazioni “temporanee” . Si tratta di autorizzazioni concesse solo in determinati momenti. Concretamente, puoi scegliere di concedere a un’applicazione l’accesso a una risorsa solo quando è attiva . Certo, è ancora possibile dare accesso in modo permanente (o per niente), come prima.

Un lavoro lanciato con Android 10

La prima risorsa a beneficiare di questo nuovo sistema di autorizzazioni temporanee è la posizione dell’utente . Alcune applicazioni raccolgono queste informazioni in modo permanente (spesso allo scopo di inviare notifiche a seconda di dove ti trovi). A partire da Android 10, l’utente può stabilire se un’applicazione che utilizza la geolocalizzazione per funzionare ha accesso a questi dati anche quando è chiusa o in background . Due scopi per questo: limitare l’uso di queste informazioni personali (che possono portare al tracciamento pubblicitario) e risparmiare la batteria.

Per Android 11, Google dovrebbe estendere questa nuova gestione delle autorizzazioni ad altre risorse, rafforzando al contempo altri aspetti di questo tema . Queste altre risorse sono l’ accesso al microfono e ai sensori fotografici , in particolare al sensore selfie. Lo afferma il sito Android Central, che specifica che Google ha preso questa decisione per rafforzare non solo la privacy , ma anche la protezione da alcuni malware che utilizza un’autorizzazione permanente per registrare ciò che circonda lo smartphone.

- Advertisement -
Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,086FansLike
17FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

Amazon rinominerà Twitch Prime in Prime Gaming per allinearsi agli altri suoi prodotti

Rientrato nel portafoglio di Amazon nel 2014, Twitch ospita ora circa 15 milioni di utenti giornalieri. Un inferno di tanta gente che sarebbe un peccato...

Kodi 19 “Matrix” ottiene la sua prima versione alpha

Kodi ha annunciato la disponibilità della prima versione alpha di Kodi 19 “Matrix”. Il nuovo aggiornamento include un lungo elenco di modifiche e miglioramenti tra cui la...

Wilmot’s Warehouse e 3 out of 10 sono gratis su Epic Games Store questa settimana

Epic Games Store ha messo in offerta Wilmot's Warehouse e 3 out of 10 da richiedere e conservare gratuitamente come regalo di questa settimana, prendendo il...

WhatsApp: le conversazioni si sincronizzeranno su più dispositivi in ​​tempo reale

Sappiamo da diverse settimane che WhatsApp sta lavorando a una funzionalità che consente di utilizzare lo stesso numero su più dispositivi . Non era ancora...

TikTok ha raccolto illegalmente indirizzi MAC da milioni di smartphone Android

TikTok è attualmente in subbuglio poiché l'amministrazione Trump sta vietando l'applicazione degli Stati Uniti , brandendo l'argomento della sicurezza nazionale. TikTok è infatti accusato di...
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x