Durante il “Financial Analyst Day”, il 5 marzo, AMD ha annunciato l’uscita di Ryzen 4000 , successori dell’attuale Ryzen 3000, per la fine dell’anno. Il fondatore farà ancora una volta affidamento sull’incisione a 7 nm di TSMC. L’incisione EUV a 7 nm non è ancora stata eseguita.

AMD prende in giro una nuova architettura: ZEN 3

Non sorprende che AMD abbandoni l’architettura Zen 2 , nel cuore della sua attuale gamma, e si affida all’architettura Zen 3. La transizione verso una nuova architettura è accompagnata da un miglioramento delle prestazioni . L’ultima novità è che il fondatore prevede un numero maggiore di core, un aumento del 17% dell’IPC, un aumento del 50% delle operazioni in virgola mobile e una memoria cache più comoda.

Alla fine del 2020, AMD commercializzerà anche  nuovi processori Epyc con Zen 3 , Milano. Destinate a sostituire Epyc Rome, le CPU sono riservate a server e altri data center. Il fondatore non si fermerà qui. Nel processo, AMD ha annunciato l’arrivo di processori basati sull’architettura Zen 4 e la masterizzazione a 5 nm . Previsti per la fine del 2021, o addirittura all’inizio del 2022, queste future CPU dovrebbero consentire ad AMD di sgranocchiare la quota di mercato di Intel nel settore dei processori dedicato all’automazione degli uffici.

Si dice anche che Apple voglia integrare le CPU AMD nei suoi futuri Mac . Allo stato attuale, la ditta Lisa Su ha spedito oltre 260 milioni di cuori basati sull’architettura Zen dal 2017. Vi parleremo più presto del duello tra Intel e AMD.

Daniel Aka
Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Lascia un commento

Please Login to comment