Il Wall Street Journal rivela che gli Stati Uniti hanno acquistato database contenenti il ​​luogo in cui si trovano milioni di smartphone americani. Il quotidiano cita una fonte anonima e documenti visti dai suoi giornalisti. Questi dati provengono da editori di applicazioni popolari, inclusi giochi o applicazioni per lo shopping con accesso alla posizione.

Secondo il Wall Street Journal, il Dipartimento per la sicurezza interna ha usato questi dati per rilevare il passaggio di immigrati clandestini. I dati sarebbero anche stati utilizzati dalla polizia di frontiera e dalle autorità doganali per identificare i migranti che sono stati successivamente arrestati.

Un’altra agenzia collegata alla sicurezza interna attraverserebbe anche questi dati per dedurre attività sospette in luoghi remoti nel deserto, vicino al confine messicano. L’utilizzo di tali dati da parte di agenzie federali non è mai stato segnalato.

Spia milioni di smartphone senza bisogno di un mandato

Sembrava inoltre che con l’esperienza di diverse agenzie di intelligence, compresa la NSA, questo tipo di dati sarebbe stato inutile. Tuttavia, acquistando dati commerciali, il governo federale sta facendo un doppio colpo: in primo luogo, ha il diritto, dal momento che è una transazione commerciale legale con una società privata – anche se ci sono alcune aree grigie da il loro uso.

In secondo luogo, consente a varie agenzie di monitorare i dati dagli smartphone, senza la necessità di un mandato giudiziario. L’idea sarebbe venuta da una divisione sperimentale della sicurezza nazionale, che avrebbe iniziato ad acquistare questo tipo di dati nel 2017. Inizialmente, i dati provenivano da Venntel Inc, una piccola azienda che condivide il personale con Gravy Analytics, uno dei leader in questo mercato.

Nel 2018, il Dipartimento della sicurezza nazionale ha acquistato oltre $ 1,2 milioni di licenze per ottenere questi dati. La sicurezza interna conferma l’acquisto di questi dati, ma rifiuta di fornire dettagli su come vengono utilizzati. Le suddette agenzie di sicurezza interna sostengono che questi dati sono anonimizzati … in generale.

E proprio come “generalmente”, questi dati non vengono utilizzati per espellere i migranti. I dati finora hanno anche permesso di smantellare un tunnel utilizzato dai trafficanti di droga. Inoltre, il Wall Street Journal mostra che la polizia locale può sporadicamente beneficiare di questi dati, grazie alla loro collaborazione con le agenzie federali.

Infine, il Wall Street Journal cita fonti secondo cui l’acquisto di database è un metodo per raccogliere informazioni su persone residenti all’estero.

Daniel Aka
Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Lascia un commento

Please Login to comment