Privato di una licenza Android da maggio 2019, Huawei ha accelerato lo sviluppo della sua alternativa ai servizi Google, i servizi mobili Huawei . Questa suite di applicazioni include, ad esempio, Huawei Browser, Huawei Cloud, Huawei Wallet e AppGallery, un app store destinato a sostituire il famoso Play Store. Disponibile in Cina da diversi anni, AppGallery offre ancora pochi contenuti destinati a Compratori europei. Tra le applicazioni offerte sulla versione francese del negozio, tuttavia, citiamo Amazon.

Mancano ancora diverse app americane molto popolari: Facebook, Instagram e Twitter. Inoltre, Huawei non è più autorizzata a installare le applicazioni dell’ecosistema di Facebook per impostazione predefinita (WhatsApp, Instagram, Messenger e quindi Facebook) sui suoi smartphone. Il decreto Trump proibisce efficacemente all’azienda di utilizzare le tecnologie americane nei suoi nuovi smartphone.

Applicazioni essenziali per sedurre gli acquirenti europei

Intervistato a margine della conferenza lunedì 24 febbraio 2020, Richard Yu, CEO della divisione mobile di Huawei, ha assicurato che Facebook, Instagram e Twitter saranno presto disponibili in AppGallery . Il regista non ha specificato quando queste famose applicazioni degli Stati Uniti entreranno nel negozio, riferiscono i nostri colleghi di GadgetMatch.

Senza queste applicazioni di punta, Huawei potrebbe avere difficoltà a convincere gli utenti europei a mettere diverse centinaia di euro in uno smartphone privato dai servizi di Google. Nonostante tutto, Huawei è già orgogliosa di aver lanciato “uno dei primi tre negozi di applicazioni al mondo, al servizio di oltre 600 milioni di utenti di dispositivi Huawei in oltre 170 paesi / regioni con una ricca selezione di applicazioni globali e locali ” .

Daniel Aka
Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Lascia un commento

Please Login to comment