Data di rilascio di Android 11

Un po ‘avanti rispetto alle sue abitudini, Google ha rilasciato la prima beta di Android 11 per gli sviluppatori . La società Mountain View distribuirà altre due versioni beta riservate agli sviluppatori prima di aprire il programma beta al pubblico durante il mese di maggio 2020, durante l’I / O 2020 di Google . Quest’anno, la conferenza annuale di Google si aprirà il 12 maggio. Non sorprende che il lancio di Android 11 nella versione finale avrà luogo nel terzo trimestre del 2020, dopo 6 versioni beta. Per ulteriori informazioni, consultare la pianificazione della distribuzione di Android 11 .

Nuove funzionalità

Durante il lancio della prima anteprima di Developper, Google ha discusso delle principali nuove funzionalità di Android 11 per gli sviluppatori di applicazioni. Abbiamo condensato di seguito le nuove funzionalità più importanti che riguardano in particolare gli utenti Android. Nei prossimi mesi, Google svelerà altre aggiunte e modifiche.

Consentire l’accesso alla geolocalizzazione una sola volta

Come iOS 13 , Android 11 implementa un sistema di autorizzazione monouso . Gli utenti potranno scegliere di condividere la propria posizione geografica con un’applicazione di terzi solo una volta. La prossima volta che l’app vuole raccogliere la tua posizione, dovrà richiedere nuovamente l’autorizzazione. Stesso suono della campana per accedere alla videocamera o al microfono sul telefono. Allo stesso modo, il Play Store consentirà alle applicazioni di richiedere l’accesso alla tua posizione solo se si dimostrerà essenziale per “svolgere la loro funzione principale”. Google ha già implementato restrizioni simili per le app che raccolgono messaggi di testo e cronologia delle chiamate.

Android 11 si adatta a schermi bucati e curvi

Con Android 11, Google sta adattando il suo sistema operativo mobile ai nuovi design di schermi che sono apparsi sul mercato, come piastrelle perforate o schermi molto curvi (Waterfall Display). L’azienda fornisce un’interfaccia di programmazione che consente di utilizzare le funzionalità specifiche di queste schermate . Concretamente, le future applicazioni Android saranno ottimizzate meglio per schermi come questo.

Schermate video native

Android 11 integra nativamente un sistema di schermate video. L’opzione è direttamente accessibile nelle impostazioni rapide del tuo smartphone nella sezione ” registrazione dello schermo ” .

Una categoria di conversazioni nelle notifiche

Google aggiunge una sezione dedicata alle conversazioni nel centro notifiche di Android. Tutti i tuoi messaggi e conversazioni attuali saranno elencati in questa sezione. Inoltre, Android 11 consentirà agli sviluppatori di inserire le tue conversazioni correnti in bolle , come Facebook Messenger. Tutte le applicazioni di messaggistica saranno in grado di sfruttare questo sistema, molto apprezzato dagli utenti.

Modalità scura automatica

Come su iOS 13, Android 11 passerà automaticamente dalla modalità luce a quella scura e viceversa. Questa nuova opzione attiva la modalità in base all’alba o al tramonto o in base alle ore preimpostate.

Android 11 prepara l’arrivo del 5G

Android 11 fornisce agli sviluppatori interfacce di programmazione per determinare se un utente è connesso a una rete 5G. A seconda della rete a cui è collegato il telefono, le applicazioni adattano il consumo di dati mobili.

Aggiornamenti Android tramite Play Store

Determinato ad accelerare la distribuzione di aggiornamenti Android, Google cerca di semplificare il processo. Per questo, l’azienda aggiorna sempre più elementi del sistema Android tramite il Play Store. Con Android 11, 22 moduli Android possono essere aggiornati tramite lo store, rispetto a soli 10 articoli in Android 10.

Smartphone compatibili con Android 11

Inizialmente, solo Google  Pixel 2 , Pixel 2 XL, Pixel 3, Pixel 3 XL , Pixel 3a, Pixel 3a XL , Pixel 4 e Pixel 4 XL  sono compatibili con l’aggiornamento. In generale, altri smartphone progettati da altri produttori vengono aggiunti all’elenco quando il programma beta sarà aperto al pubblico a maggio 2020. 

Daniel Aka
Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Lascia un commento

Please Login to comment