Secondo i nostri colleghi del Wall Street Journal, Facebook alla fine non consentirà ai marchi di visualizzare annunci pubblicitari tra le tue conversazioni su WhatsApp . Il team di sviluppo del progetto è stato sciolto negli ultimi mesi. Nel processo, la società ha rimosso il codice dedicato all’avvento della pubblicità dall’applicazione Android o iOS. Per la cronaca, Facebook ha annunciato il lancio del progetto a maggio 2019.

Secondo il Wall Street Journal, la decisione dell’azienda è principalmente motivata dalla fusione annunciata di servizi di messaggistica di Messenger, WhatsApp e Instagram in un’unica applicazione di comunicazione sicura e privata. L’integrazione di annunci mirati, basata sul contenuto delle conversazioni, è infatti incompatibile con le nuove ambizioni di Facebook .

Le pubblicità saranno riservate agli Statuti di WhatsApp

Fai attenzione, Facebook non ha del tutto abbandonato l’idea di monetizzare WhatsApp. Il social network si concentrerà piuttosto sull’integrazione degli annunci pubblicitari tra gli Statuti , un’idea che risale alla fine del 2018. Secondo il Wall Street Journal, gli annunci pubblicitari arriveranno addirittura all’interno degli Statuti a medio termine. Alcuni mesi fa, Facebook aveva anche annunciato l’arrivo di annunci pubblicitari durante l’anno 2020 . Queste pubblicità conterranno un link cliccabile che reindirizza gli utenti al sito del commerciante.

Parallelamente, il gigante lavorerebbe anche su altre funzionalità che consentono ai marchi di entrare in contatto con gli utenti di Internet, afferma il Wall Street Journal. Allo stesso modo, Facebook consente già agli inserzionisti di chattare in diretta con i consumatori con messaggi a pagamento . Negli anni a venire, le iniziative di questo genere sono destinate a moltiplicarsi.

Daniel Aka
Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Lascia un commento

Please Login to comment
avatar