MediaTek non è noto per lo sviluppo dei chipset per smartphone più potenti sul mercato. Per fare questo, devi rivolgerti al suo concorrente americano, Qualcomm. Tuttavia, il fondatore di Taiwan è meglio conosciuto per la democratizzazione di nuove tecnologie. Questo è stato il caso del 4G, per i chipset octo-core e 64-bit, ecc. E sarà ancora il caso del 5G .

A riprova, ufficializzazione di un nuovo chipset di MediaTek al CES di Las Vegas. Questo componente si chiama Dimensity 800 . Questo è il secondo modello della gamma “Dimensity” dedicato a tutti i componenti MediaTek compatibili con 5G. Il primo è il Dimensity 1000, che troverete, ad esempio, nel recente Reno 3 che Oppo ha formalizzato a dicembre .

Il Dimensity 800 è dedicato al mercato di fascia media, vale a dire i cellulari venduti tra 300 e 500 euro. Pertanto equipaggerà gli smartphone 5G che saranno tra i più economici sul mercato nel 2020. Ciò contribuirà naturalmente a democratizzare questa connettività (che è prevista in Francia quest’anno). I primi terminali dotati del componente sono previsti entro la fine di giugno 2020 in Asia, Europa e Nord America. Alcuni potrebbero anche essere presenti a Barcellona al Mobile World Congress.

Di fascia media, ma ancora ben dotato

Il Dimensity 800 è un componente più leggero tecnicamente del Dimensity 1000. Inciso in 7 nm, è dotato di quattro core di grandi dimensioni, Cortex-A76 con clock a 2 GHz e quattro core LITTLE, Cortex-A55 con clock a 2 GHz . Dimensity 1000 sfrutta il Cortex-A77 più recente e più veloce (2,6 GHz). Inoltre, integra coprocessori per l’intelligenza artificiale la cui potenza di calcolo è 2,4 teraflop.

Lascia un commento

Please Login to comment
avatar