Home Apple Apple presenta Daisy, il suo nuovo robot dedicato al riciclaggio di iPhone

Apple presenta Daisy, il suo nuovo robot dedicato al riciclaggio di iPhone

Apple vende molti iPhone ogni anno. Per produrre ciascuno dei suoi iPhone, l’azienda Cupertino, come tutti i produttori di smartphone, consuma molte risorse. Ormai da diversi anni, Apple finanzia iniziative per ridurre la sua dipendenza dall’energia, ma anche dai materiali, siano essi stagno, cobalto o addirittura litio nelle batterie. Una di queste iniziative è l’automazione dello smantellamento di iPhone per riciclare i componenti nel migliore dei casi o, almeno, i metalli.

Nel 2016, durante una delle note chiave, Apple ha presentato Liam, il suo primo robot per il riciclaggio . Era un robot la cui funzione era quella di decodificare completamente un iPhone recuperando la batteria, il sensore fotografico, lo schermo, il guscio, il cassetto per il nanoSIM e persino le poche viti. Puoi trovare il video ufficiale di Liam alla fine di questo articolo. Naturalmente, Liam è stato adattato a determinati modelli. Nel frattempo, i disegni sono cambiati. E alcuni componenti non esistono più, sostituiti da altri di diversa natura.

Apple ha quindi sviluppato un nuovo robot chiamato Daisy . Con sede nello stabilimento di Apple ad Austin, in Texas, Daisy è stata oggetto di un rapporto completo pubblicato dall’agenzia di stampa Reuters. Questo nuovo robot smantella un iPhone per recuperare 14 materiali diversi che verranno quindi riciclati per creare un nuovo iPhone o altri prodotti dell’azienda. I componenti estratti da Daisy vengono quindi inviati a subappaltatori specializzati in materiali per la pulizia.

IPhone riciclato 100 volte meno di iPhone venduto

Daisy lavora tutti i giorni e tutto il giorno. La sua tariffa è di 200 iPhone smontati ogni ora . O 4.800 iPhone ogni giorno. Ciò corrisponde a circa 1,6 milioni di cellulari disossati da Daisy ogni anno. Questo è ovviamente molto poco rispetto alle centinaia di milioni di telefoni venduti dall’azienda ogni anno (180 milioni nel 2019 secondo le stime degli istituti di ricerca). Tuttavia, Apple afferma che questo è un inizio e il suo obiettivo è quello di utilizzare solo materiali riciclati, dall’iPhone o da altri settori.

Spiega anche che Daisy potrebbe adattarsi anche ad altri settori, in particolare la costruzione di automobili. Presto diventerà uno dei maggiori consumatori di litio per creare batterie per auto elettriche. Tuttavia, i minatori non dovranno certamente preoccuparsi del loro futuro, con i critici che spiegano che Apple non può né riciclare il 100% di ogni iPhone o il 100% di tutti i suoi iPhone. E i produttori concorrenti sono ancora più indietro rispetto a questa percentuale.

Author: Daniel Aka

Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.

Daniel Akahttps://plus.google.com/106923473571641893009
Amante della tecnologia e amministrazione e creatore del sito. Con la passione della tecnologia e deciso nell'informare ogni genere di persona.
3,121FansLike
66FollowersFollow
16FollowersFollow
0SubscribersSubscribe

Altre news

Xbox: il codice sorgente della prima console di Microsoft è trapelato su Internet

Dire che la Xbox ha segnato il suo tempo è un eufemismo lieve. Ha firmato l'ingresso di Microsoft nel cortile dei produttori di...

Donald Trump minaccia di chiudere Facebook, Twitter e tutti i social network

Il 26 maggio 2020, Donald Trump ha pubblicato due tweet per opporsi con veemenza all'implementazione del voto postale in California . Questo eccezionale dispositivo, spinto...

Questa chiavetta USB non protegge dal 5G, è una truffa

No, questa chiave USB non ti proteggerà dalle onde 5G. Di recente, una società inglese ha commercializzato una chiave USB denominata 5GbioShield . Cavalcando l'ondata di...

Blair Witch sbarcherà su Nintendo Switch il 25 giugno

Come promesso dal Blooper Team, il titolo horror di sopravvivenza Blair Witch, che si basa sull'omonimo franchise cinematografico classico, si sta facendo strada sulla...

PlayStation Plus Giugno 2020: Call of Duty WWII gratis adesso

Giugno promette di essere un mese molto speciale per gli abbonati PlayStation Plus. Già perché contrariamente alle sue abitudini, Sony ha appena svelato...
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x