Questo non è più un segreto, Qualcomm (come la maggior parte dei suoi rivali) sta cercando di far avanzare l’idea stessa di giocare su smartphone. Negli ultimi anni, iGPU sono sempre stati un po ‘meglio sul nuovo Snapdragon; ma questa volta Qualcomm fa un ulteriore passo avanti. Il gruppo sta cercando di trattare la dimensione software dei suoi prodotti … In particolare attraverso gli ultimi miglioramenti del suo programma Snapdragon Elite Gaming, disponibile da quasi un anno.

Aggiorna i suoi driver grafici su smartphone, un progresso promettente

Durante il Tech Summit 2019, che si è tenuto questa settimana alle Hawaii, Qualcomm ha illustrato in dettaglio le funzionalità del suo nuovo Snapdragon 865. Il SoC ospita una parte GPU Adreno 650 che sfrutterà ciò che il gruppo descrive come caratteristiche degne del mondo desktop (”  desktop caratteristiche di livello  “). Un’espressione che ovviamente non dovrebbe essere presa alla leggera.

Qualcomm indica che sarà possibile aggiornare i driver grafici della sua nuova iGPU indipendentemente dagli aggiornamenti di sistema. Questi nuovi driver saranno inoltre distribuiti direttamente dal Play Store, come gli aggiornamenti delle applicazioni. Meglio, Qualcomm promette che questi aggiornamenti saranno proposti a lungo termine. Sarà quindi possibile mantenere i driver grafici dell’iGPU, anche diversi anni dopo il lancio dello smartphone che lo ospiterà.

Questi driver, forniti in modo indipendente, consentiranno ad esempio di ottimizzare determinati giochi al momento del loro arrivo sul mercato, secondo le modalità offerte da NVIDIA con la sua utility GeForce Experience. Una buona cosa sulla carta, poiché il tracciamento del software sarebbe superiore a quello che è attualmente noto sui dispositivi mobili.

Molte nuove funzionalità per i giochi su smartphone

Oltre a questa funzionalità, Qualcomm ha annunciato il suo ”  rendering desktop forward  “, un’altra funzione che dovrebbe consentire metodi di rendering più vicini a quelli utilizzati sul PC desktop. Secondo Qualcomm, questo dovrebbe migliorare la profondità di campo , il motion blur o aiutare a perfezionare gli effetti di luce dinamica (e le ombre associate).

Lo Snapdragon 865, da parte sua, sarà il primo SoC a supportare il display a 144 Hz su smartphone, supportando l’HDR a 10 bit.

Lascia un commento

Please Login to comment
avatar