Cattive notizie per Samsung Foundry e in particolare per la sua filiale dedicata alla produzione di chip DRAM (RAM). La contaminazione, qualche settimana fa, di una camera bianca e il set di strumenti che consentono oggi la produzione di wafer da 200 mm ha importanti ripercussioni per il gigante coreano. 

Una perdita significativa, ovviamente, ma Samsung Foundry si riprenderà

Le camere bianche sono spazi essenziali nel processo di produzione dei chip, afferma TechPowerUp. Consentono in due parole di preservare il silicio utilizzato per i wafer di qualsiasi contaminazione, incluso il prodotto chimico. Se viene compromessa una camera bianca e vengono compromessi anche gli strumenti utilizzati per la produzione, i wafer prodotti vengono quindi contaminati. Diventano inutilizzabili e devono essere distrutti o riciclati. Cosa genera una significativa perdita di tempo e materiali.

In una dichiarazione rilasciata di recente, Samsung ritiene che questa contaminazione sia limitata ai suoi wafer da 200 mm per chip DRAM di classe “1x nm”. Il gruppo cita tuttavia una perdita stimata di ”  diversi miliardi di coreani vinti  “, qualche milione di dollari. In proporzione, su scala di un gruppo come Samsung, la perdita è moderata.

Nessun impatto rilevante sul prezzo di DRAM

Ancora più importante, Samsung assicura che la produzione di DRAM sarà solo leggermente influenzata. Pertanto, secondo l’impresa, non dovrebbe verificarsi un aumento significativo dei prezzi di questo tipo di RAM.

Ricorda che TSMC, un gigantesco semiconduttore di Taiwan, aveva anche riscontrato un problema simile lo scorso gennaio. Tuttavia, non si trattava di una contaminazione in sé, ma piuttosto di una preoccupazione per la purezza delle sostanze chimiche utilizzate nel processo di fabbricazione dei wafer. Il risultato è stato tuttavia più importante, con una perdita stimata di $ 85 milioni e catene da 16 e 12 nm compromesse per alcuni giorni.

Lascia un commento

Please Login to comment
avatar